CloudWeavers all'Italian Venture Forum

21 Novembre 2012
CloudWeavers si aggiudica il premio "Best Presentation Award" all'Italian Venture Forum 2013

“Best Presentation Award": questo il premio ricevuto da CloudWeavers, la startup fondata dagli imprenditori friulani Carlo Daffara e Luigi Gregori, nel corso dell’Italian Venture Forum di Torino, la più importante manifestazione a livello europeo per le imprese high-tech operanti nei settori ICT, Life Sciences, Clean Technologies e altri settori di punta.

CloudWeavers è risultato uno dei progetti più innovativi tra i 15 finalisti italiani: un importante riconoscimento del lavoro dello staff Internazionale di CloudWeavers. Il progetto è stato quindi selezionato per competere all'European Venture Contest il 6 e 7 Dicembre 2012 a Berlino.

La combinazione, unica e originale, dell’esperienza maturata da Carlo Daffara nell’ambito dei progetti di ricerca finanziati dall’Unione Europea con la ventennale conoscenza del mercato IT di Luigi Gregori è risultata in CloudWeavers, un prodotto innovativo per i suoi eccezionali punti di forza: assenza di singoli componenti critici che possano compromettere la funzionalità del sistema, indipendenza dall’hardware utilizzato, capacità di autoadattamento per ottenere le migliori performance senza alcun intervento manuale.

La particolarità di CloudWeavers è quella di essere una piattaforma di virtualizzazione autoinstallante che consente di creare in pochissimo tempo – appena 60 secondi – un’infrastruttura cloud privata.

Per private cloud (anche chiamato cloud interno o cloud aziendale) si intende un’architettura informatica basata sulla virtualizzazione e caratterizzata da una struttura flessibile in grado di crescere in base alle esigenze, che consente la massimizzazione degli investimenti in IT.

In quanto private cloud, CloudWeavers riduce notevolmente i rischi di perdita o divulgazione dei dati sensibili all’esterno dell’organizzazione (rischi che, al contrario, permangono quando si sceglie di utilizzare dei public cloud, spazi virtuali pubblici e condivisi gestiti da provider esterni).

Fornita su chiavetta USB, CloudWeavers fa proprio il concetto di portabilità rompendo ogni dipendenza con l’infrastruttura hardware: il cliente può, in pochi semplici passi e utilizzando anche l’hardware già esistente in azienda, trasferire tutto il suo patrimonio aziendale su una nuvola privata, protetta dal firewall aziendale e quindi gestita internamente all’organizzazione. Per questo motivo i maggiori analisti mondiali (Gartner, Forrester, IDC) considerano il private cloud una tecnologia in forte espansione, ancor più che il noto public cloud.

Rispetto a blasonati concorrenti, quali Microsoft o VMware, CloudWeavers mette a disposizione tutte le funzionalità necessarie – virtualizzazione e ottimizzazione, storage scalabile, replica geografica per il disaster recovery, alta affidabilità e semplicità d’uso – ad un prezzo estremamente contenuto, mirato al mercato della piccola e media impresa e della Pubblica Amministrazione.

Il "Best Presentation Award" ha visto in competizione oltre 40 aziende selezionate secondo specifici criteri: potenziale di business e robustezza del modello economico di sviluppo, esperienza e competenza del team, qualità tecnica del prodotto rispetto allo stato dell'arte e rispetto alla concorrenza, posizione competitiva in relazione sia alla proprietà intellettuale che alle relazioni consolidate ed infine l'opportunità di partnership o richiesta di finanziamento che deve essere ben definita ed attrattiva.

"Un insieme complesso di fattori che devono essere esposti in 8 minuti, non uno di più ne uno di meno" - sottolinea Daffara - "Ma se riesci a farlo, vuol dire che hai le idee chiare, un solido modello di sviluppo ed un mix di competenze che ti consente di affrontare i 7 minuti successivi di domande e risposte, dove la sola incertezza è un punto di demerito".

"E' un risultato importante" - commenta Gregori – “che testimonia ancora una volta la bontà della soluzione che abbiamo realizzato e che come purtroppo spesso accade viene apprezzata più al di fuori dei confini regionali che nella nostra terra. Anche se abbiamo deciso di localizzare la sede principale nel Regno Unito (Cloudweavers è una società di diritto inglese) restiamo legati al Friuli dove speriamo di riuscire a mantenere la parte di Ricerca e Sviluppo”.

Il premio si unisce agli importanti riconoscimenti che dal 2011 hanno coronato il palmares di Cloudweavers - compreso la finale del primo evento TechCrunch in Italia, e la finale nell'Open World Forum di Parigi per i progetti Open Source innovativi.

Anche Cogito festeggia il successo di CloudWeavers, di cui è distributore ufficiale per l’Italia.  

2 Maggio 2014
cloud storage
Un’indagine indipendente rivela che le aziende sono interessate ad adottare soluzioni di cloud storage moderne, ma non al costo di perdere il controllo sui dati aziendali. CloudWeavers è la soluzione ideale!
27 Novembre 2013
Cogito è distributore ufficiale per l'Italia di CloudWeavers, una piattaforma di virtualizzazione autoinstallante, fornita su chiavetta USB, che consente di creare in pochissimi secondi un'infrastruttura cloud privata.
27 Aprile 2012
Cogito tra i fondatori di HPC5
Cogito è tra i membri fondatori del progetto HPC5 (High Performance and Cloud Compunting Cross-Border Competence Consortium), una rete di imprese che si pone l'obiettivo di creare il centro più innovativo per la diffusione dei servizi di HPC e cloud computing nell’intera Regione Transfrontaliera Italo-Slovena.